Screening per individuare la presenza di
anticorpi IgG/IgM COVID 19 nel sangue

Lo screening sarà effettuato mediante prelievo di sangue venoso e permetterà di rilevare se un soggetto è entrato in contatto col virus, individuando la presenza di anticorpi.

L’accesso al test è possibile previa prescrizione in carta libera da parte del medico di fiducia,

che dovrà valutare la richiesta e comunque informare il proprio assistito sulle caratteristiche del test sierologico e sulla non utilità ai fini diagnostici della malattia in atto, nonché delle conseguenze, a tutela della collettività, in caso di positività per IgM e/o IgG: isolamento fiduciario ed esecuzione del tampone per la ricerca con metodo molecolare del virus SARS-CoV-2.

In caso di positività il Laboratorio darà comunicazione di caso sospetto di COVID-19 al Dipartimento di Prevenzione territorialmente competente ed all’ATS per gli adempimenti di sanità pubblica conseguenti. Il test molecolare per la ricerca di SARS-CoV-2 è effettuato presso i laboratori pubblici individuati dalla regione Sardegna, con oneri a carico del SSR.
All’atto dell’accettazione il paziente riceverà il modulo informativo che dovrà restituire debitamente firmato.

I costi per i test sono i seguenti:

Ig totali (comprendenti IgG+IgM analizzati non separatamente) 25 euro. Tempi di ritiro: 1 giorno
IgG + IgM (analizzati separatamente) 38 euro. Tempi di ritiro: 4 giorni
IgG 20 euro. Tempi di ritiro: 4 giorni
Costo del prelievo 5 euro

I prelievi per i suddetti test vengono eseguiti

dal lunedì al venerdì dalle ore 11.30 alle 12.30 senza prenotazione,

il sabato dalle ore 7.30 alle ore 10.00 senza prenotazione

Nel caso il paziente debba eseguire anche ulteriori esami di laboratorio, il prelievo per la determinazione del COVID19 rientrerà nella normale routine di orario prelievi dalle ore 7.30 alle 10.00.

L’accesso all’esame non è possibile tramite il servizio zerocoda.

Che cosa sono le IgM
Le immunoglobuline IgM compaiono molto precocemente nel sangue in caso di infezione. Le IgM sono marcatori della fase acuta e vengono testate per capire se il paziente ha un’infezione in corso. Ci dicono con alta probabilità, infatti, che abbiamo da poco incontrato il virus e che l’infezione è allo stadio inziale.
Che cosa sono le IgG
Le IgG sono le immunoglobuline della memoria. Nel caso del Covid-19, se presenti da sole nel sangue indicano che il paziente è venuto a contatto con il virus in passato e che è potenzialmente immunizzato; in copresenza con le IgM e le IgA suggerisce con alta probabilità che l’infezione è in corso.